Skip to content
Passi di Giò, passito

PASSI DI GIO

Il nome di questo nettare vellutato, è un ricordo perenne a chi non c’è più. 

Un vino bianco ottenuto da uve appassite incredibile per sensazioni uniche nate da un’uva rara, quasi scomparsa, esaltata dal calore dell’appassimento, dove meno te l’aspetti.

Vitigno

0%
Vitigno autoctono

Sentori

ALBICOCCA

AGRUMI

SCHEDA TECNICA

Vino ottenuto da uve appassite.

Circa un anno in piccole botti di rovere; così come la fermentazione. Un terzo del vino fermenta e riposa per un anno all’interno di una botte realizzata in pietra di Luserna. Più unica che rara.

Giallo dorato, con riflessi ambrati.

Intenso e penetrante, con rilevanti note di albicocca e agrumi.

Pieno, caldo. Si percepisce l’ottimo equilibrio alcool-acido-zucchero che lo rende dolce, ma mai stucchevole.

Provalo con formaggi erborinati, a media-lunga stagionatura, pasticceria secca e dessert.